mostra ITINERARI DEL SAPERE - Villa Basilica - lu

 

L’incarico prevedeva la realizzazione di un allestimento temporaneo e della relativa parte grafica per una mostra dal titolo: “Itinerari del sapere dallo stato di Lucca – Carte e libri nell’Europa del Cinquecento”.
La tematica affrontata prende spunto dalla realtà di un’antica industria, quella della carta, che proprio nell’area lucchese assunse una consistenza rilevante a partire dal XVI secolo. Il riferimento non è tanto alla carta come fenomeno tecnico-produttivo, quanto nell’accezione di supporto materiale della memoria e più in generale delle idee.
Il percorso attraverso le varie sezioni della Mostra evoca altrettante tappe in luoghi geografici ben precisi, attraverso itinerari in cui si ritrova costantemente la figura di Pietro Perna, che proprio da Villa Basilica - un piccolo centro nella provincia di Lucca - emigrò alla volta di Basilea a metà del XVI secolo, e qui si impose come uno dei principali stampatori d’Europa.
Il collegamento tra le due sezioni avviene attraverso un portale sul quale viene raffigurata un’immagine cinquecentesca delle Alpi, che nell’immaginario collettivo del tempo costituivano un vero e proprio ostacolo al passaggio tra l’Italia e l’Europa.
La tappa successiva dell’itinerario è Como, dove sorgeva il Museo di Paolo Giovio, che comprendeva una ricca collezione di ritratti di uomini illustri.
Il percorso prosegue con quello che durante il XVI secolo rappresentava il principale luogo d’incontro continentale del mondo del libro: Francoforte sul Meno, dove due volte all’anno si svolgeva la Fiera dei libri (la celebre Buchmesse). I librai – tra i quali Pietro Perna - vi giungevano da tutta Europa, portando con sé le principali novità editoriali, e facendo uso di una rete di spedizionieri per il trasporto dei libri.
L’ultima sezione della mostra manca volutamente di un richiamo a un contesto geografico determinato: il Controllo del sapere, a cui essa è dedicata, rappresentò infatti anche un controllo del movimento (dei libri, degli uomini, delle idee) e l’aspirazione a una normalizzazione dei luoghi e dello spazio.
La mostra, promossa dal Comune di Villa Basilica e dall’Istituto Storico Lucchese è stata patrocinata, tra gli altri, dall’Università degli Studi di Firenze.

 

 


Also you can select a lot of varieties of gemstone replica watches uk that you can get. This category can differ, one of them is actually, within volume of expensive jewelry. You will find can make that have expensive jewelry for that tag heuer replica sale. Several require only one meant for many of the 12 a long time in the walls wall clock. Various gemstone rolex replica retain the expensive jewelry all through his / her hand rings. There is only one with regard to every single choice. You might be asking yourself just what the price tag on this kind of rolex replica sale is actually. Costs are influenced by a few elements, like the dimension from the view, as well as the quantity of expensive jewelry they've.